Consiglio Nazionale delle Ricerche

Consiglio Nazionale delle Ricerche

DIPARTIMENTO SCIENZE CHIMICHE E TECNOLOGIE DEI MATERIALI

MISSION

Il Dipartimento di Scienze Chimiche e Tecnologie dei Materiali (DSCTM), uno dei sette Dipartimenti tematici del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), svolge la propria attività attraverso 14 istituti di ricerca diffusi sull’intero territorio nazionale. Il DSCTM comprende circa 1000 unità di personale, per la maggior parte, tecnici, tecnologi e ricercatori dedicati ad attività di ricerca, a cui si aggiungono diverse centinaia di giovani in formazione ed alta formazione.
Con questa base numerica, il DSCTM rappresenta, in termini di addetti alla ricerca e di competenze differenziate e di alto livello, uno dei principali presidii scientifici del paese capace di svolgere ricerca di base e applicata in ogni ambito delle scienze molecolari e delle tecnologie chimiche e dei materiali.
Sintetizzare nuovi composti e materiali funzionali per l’impiego in diversi ambiti, strategici per il nostro paese, e comprendere le regole che governano la reattività chimica prevedendo e guidando le intime ed affascinanti relazioni che legano la struttura molecolare con le proprietà chimiche e fisiche dei sistemi molecolari e supramolecolari e dei nuovi materiali, rappresenta la missione scientifica del Dipartimento e definisce l’offerta di competenze tecnologiche che esso mette a disposizione del paese per accogliere la sfida globale di una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva.
Le attività scientifiche del DSCTM sono organizzate in quattro aree strategiche individuate incrociando un’analisi accurata delle competenze dei 14 istituti afferenti con le priorità nazionali, espresse nel PNR, e le strategie di Horizon2020.
Le aree strategiche sono:
•    Chimica e materiali per la salute e le scienze della vita,
•    Energie Rinnovabili,
•    Chimica e tecnologie dei materiali
•    Chimica Verde
Queste aree, arricchite da attività trasversali di specifica e riconosciuta eccellenza, come il modelling computazionale e le applicazioni della chimica e della scienza dei materiali ai beni culturali, garantiscono al DSCTM un ottimo posizionamento a livello internazionale ed un ruolo chiave in molteplici progettualità interdisciplinari favorendo una maggiore competitività sul mercato globale e permettendo al CNR di contribuire alla soluzione delle grandi sfide che la scienza e l’umanità hanno di fronte.



NEWS

47° Congresso della Divisione di Chimica Inorganica della Società Chimica Italiana

Cari Colleghi,Sono lieto di annunciare che dal 9 al 12 settembre 2019 si svolgerà presso l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” il 47° Congresso della Divisione di Chimica Inorganica della Società Chimica Italiana.

GET-TOGETHER CONFERENCE ON MATERIALS

XII CONVEGNO NAZIONALE INSTMSULLA SCIENZA E TECNOLOGIA DEI MATERIALIXV CONVEGNO NAZIONALE AIMAT21-24 luglio 2019 |Hotel Continental Terme | Ischia Porto (NA)download pdf SCOPO DEL CONVEGNOIl XII Convegno INSTM sulla Scienza e Tecnologia dei Materiali e il XV Convegno dell’Associazione Italiana di Ingegneria dei Materiali (AIMAT) si terranno in forma congiunta a Ischia Porto, presso l’Hotel Continental Terme, dal 21 al 24 luglio 2019 al fine di offrire uno spazio propedeutico al dialogo e creare nuove opportunità di coordinamento tra le due comunità scientifiche le cui attività di ricerca sono principalmente focalizzate nell’ambito dei materiali.Sarà l’occasione per discutere aspetti fondamentali, innovativi e applicativi sulla scienza e tecnologia dei materiali e per promuovere una piena integrazione e un confronto interdisciplinare tra i partecipanti. Pertanto, il programma scientifico offrirà approfondimenti più specifici e sezioni più generali interdisciplinari, e fornirà spazio e visibilità ai giovani ricercatori, stimolando al contempo l’organizzazione di progetti di ricerca comuni.PROGRAMMA SCIENTIFICOSono previste plenary e invited lectures, comunicazioni orali, e poster I contributi scientifici saranno organizzati nelle seguenti sessioni tematiche:1. Sintesi, caratterizzazione, modelling dei materiali2. Nuove funzionalità dei materiali3. Applicazioni tecnologiche, nuovi processi e nuova manifattura4. Progettazione sostenibile e ciclo di vita dei materiali5. L’ambiente, il costruito e la conservazione del patrimonio ISCRIZIONE AL CONVEGNOI partecipanti dovranno iscriversi entro il 3 MAGGIO 2019 compilando on-line l’apposita scheda registrazione, al link https://backoffice.instm.it/xiic2019. La quota di iscrizione, da pagare entro il 3 GIUGNO 2019, è di:€ 360 (IVA 22% inclusa) per afferenti INSTM e/o soci AIMAT€ 450 (IVA 22% inclusa) per non afferenti INSTM o non soci AIMAT€ 100 (IVA 22% inclusa) per assegnisti, borsisti, dottorandi e laureandi€ 180 (IVA 22% inclusa) tariffa per 1 giorno.Per pagamenti dopo il 3 GIUGNO 2019:€ 400 (IVA 22% inclusa) per afferenti INSTM e/o soci AIMAT€ 480 (IVA 22% inclusa) per non afferenti INSTM o non soci AIMAT€ 130 (IVA 22% inclusa) per assegnisti, borsisti, dottorandi e laureandi€ 210 (IVA 22% inclusa) tariffa per 1 giorno.Sulle iscrizioni cancellate dopo il 3 GIUGNO 2019, sarà applicata una penale del 50% della quota.La quota di iscrizione dei partecipanti comprende i servizi congressuali, incluso eventuale materiale divulgativo ed i coffee break. La quota di iscrizione, che è comprensiva di IVA, potrà essere versata mediante una delle seguenti modalità:1) Bonifico bancario (quota di partecipazione da corrispondere al netto di eventuali commissioni bancarie)Intestatario: Consorzio INSTMPer pagamenti da persone fisiche e società/enti privati – opzione preferibile:IBAN: IT11Z0103002827000009564510SWIFT CODE: PASCITM1W40 - BANCA Monte dei Paschi di Siena – Via de’ Sassetti, 4 - FirenzePer pagamenti da enti pubblici in Tesoreria Unica previa emissione e trasmissione di fattura elettronicaTesoreria Provinciale dello Stato – Sezione di FirenzeCodice di contabilità speciale nr. 150615Nella causale del bonifico dovrà essere indicato Convegno INSTM-AIMAT 2019 oltre a nome e cognome del partecipante.2) Carta di Credito (VISA, MASTERCARD)Mediante la spunta di questa opzione nel modulo di iscrizione.3) Su fondi in gestione presso INSTM compilando lo spazio apposito nella scheda di registrazione.Le fatture elettroniche relative alla quota di iscrizione di persone fisiche e/o società/enti privati saranno inoltrate a seguito dell’accertamento dell’avvenuto pagamento. BORSE DI PARTECIPAZIONENon sono previste borse di partecipazione, ma, al fine di favorire la partecipazione di giovani ricercatori al Convegno, Il Comitato Organizzativo ha deciso di ridurre la quota per i non strutturati a € 100 IVA inclusa.ABSTRACTI contributi saranno soggetti all’approvazione del Comitato Scientifico. La selezione delle comunicazioni orali sarà effettuata sulla base degli abstract da inviare entro il 3 MAGGIO 2019 mediante up-load del pdf sul sito http://www.instm.it/convegno_nazionale_instm_aimat.aspx, previa registrazione al Convegno stesso (la deadline per il saldo resta il 3 GIUGNO 2019). Gli abstract dovranno essere redatti in lingua inglese secondo il formato disponibile nell’area Abstract del sito dedicato. È richiesto anche il titolo in italiano. Ogni partecipante potrà presentare un solo contributo scientifico di qualsiasi tipo, ma potrà essere coautore di più contributi. Nel modulo di iscrizione gli autori potranno esprimere una preferenza tra comunicazione orale, o poster. Gli autori riceveranno notizia di accettazione dei contributi entro il 20 MAGGIO 2019. Gli atti del Convegno potranno essere scaricati dal sito del Convegno a posteriori. SEDE CONGRESSUALE e SISTEMAZIONE ALBERGHIERAI lavori si svolgeranno presso l’Hotel Continental Terme che si trova in via Mazzella 74, Ischia Porto (Tel 081.3336.111, Fax 081.3336.276 - www.continentalterme.it).Le prenotazioni alberghiere dovranno essere effettuate direttamente inviando l’apposito form all’Hotel Continental, entro il 3 GIUGNO 2019, dopo questa data non è garantita la disponibilità delle camere, né le tariffe indicate di seguito. Come dettagliato nel form di prenotazione scaricabile al link http://www.instm.it/convegno_nazionale_instm_aimat.aspx, la struttura offre le seguenti tariffe:- Camera doppia uso singolo/singola HB € 110,00 a camera al giorno- Camera doppia HB € 180,00 a camera al giorno (€ 90,00 a persona)Al momento non sono previste quote agevolate per studenti.Le tariffe sopra menzionate si intendono giornaliere, e comprensive di mezza pensione (cena o pranzo), con acqua e vino regionale incluso.Il check-in è previsto per le ore 14.00, il check-out per le ore 11.00. Si ricorda che è in vigore la tassa di soggiorno pari ad € 3 per persona al giorno per un massimo di 7 giorni (esclusi i minori di anni 18), da pagare alla partenza in albergo a carico dei singoli ospiti. È altresì possibile, da parte dei partecipanti, di trovare sistemazioni alberghiere in modo totalmente autonomo.Una volta ad Ischia, l’Hotel Continental Terme è situato a circa 900 metri dal porto, ed è raggiungibile:- in taxi (5 minuti e circa 10/12€)- a piedi (20 minuti strada in salita)- con Bus di linea, lettera C, con partenza dal porto dei traghetti ed arrivo davanti all’entrata dell’hotel.COMITATO ORGANIZZATIVO DEL XII CONVEGNO NAZIONALE INSTM E DEL XV CONVEGNO NAZIONALE AIMAT- ChairmenTeodoro Valente, INSTM - Sapienza Università di RomaAndrea Caneschi, INSTM - Università di FirenzeLaura Montanaro, AIMAT - Politecnico di TorinoMariaPia Pedeferri, AIMAT - Politecnico di Milano- Comitato ScientificoDomenico Caputo, AIMAT - Università di Napoli Federico IIGianluca Cicala, AIMAT - Università di CataniaStefano Cicchi, INSTM - Università di FirenzeLuigi Coppola, AIMAT - Università di BergamoPaolo Fornasiero, INSTM - Università di TriesteLuca Lusvarghi, AIMAT - Università di Modena e Reggio EmiliaAldo Romani, INSTM - Università di PerugiaAlessandra Sanson, INSTM - CNR/ISTECMarco Sebastiani, AIMAT - Università di Roma TREAngela Serpe, INSTM - Università di Cagliari- Segreteria del ConvegnoClaudio GilardelliConsorzio INSTMVia G. Giusti 9 - 50121, FirenzeTel 055-2338723 - Fax 055-2480111 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. AmministrazioneTania CantiniConsorzio INSTMVia G. Giusti 9, 50121, FirenzeTel 055-2338720 - Fax 055-2480111- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.O DELLE SCADENZE3 MAGGIO 2019: Iscrizione e invio degli abstract20 MAGGIO 2019: Notifica accettazione contributi scientifici3 GIUGNO 2019: Pagamento quota di iscrizione

150 ANNI DI TAVOLA PERIODICA

12 Aprile ore 17:00 TEATRO STUDIO BORGNA: 150 ANNI DI TAVOLA PERIODICA VECCHIE GLORIE E NUOVE SFIDE INTORNO AL PIU’ POTENTE STRUMENTO DEL CHIMICO

Nuovi Coordinatori Gruppi ENERCHEM e GICO della SCI

     Il Dr. Alessandro Mordini (ICCOM) è stato eletto Coordinatore del Gruppo Interdivisionale di Chimica per le Energie Rinnovabili (EnerCHEM) della Società Chimica Italiana. Il gruppo, che conta oltre 250 soci, ha come obiettivo la coordinazione e la promozione sul piano interdisciplinare delle interazioni tra i Soci della Società Chimica Italiana che svolgono ricerche o hanno interesse nel campo della chimica dei sistemi e dei materiali per la raccolta, l’accumulo, la conversione e l’uso di energia rinnovabile.          La Dr. Gianna Reginato (ICCOM) è stata eletta Coordinatrice del Gruppo Interdivisionale di Chimica Organometallica (GICO) della Società Chimica Italiana. Il gruppo, che conta oltre 200 soci, si propone di riunire i ricercatori, operanti in ambito organico ed inorganico, che portano avanti ricerche centrate sulla preparazione, lo studio delle proprietà, della struttura e della reattività di derivati organometallici.

The NHU Green Chemistry prizes

The IUPAC-NHU International Award for Advancements in Green Chemistry is launched

HIGHLIGHTS

DOTTOR ALBERTO FIGOLI

LE INTERVISTE DI FEDERICA CRISCUOLI Due chiacchiere con il nuovo Direttore dell’Istituto per la Tecnologia delle Membrane (ITM-CNR), al quale vanno i miei migliori auguri di buon lavoro e sincere congratulazioni per il traguardo conseguito

15-04-2019

Tumore dell'ovaio, proteina NEK6 target di nuove cure personalizzate

Secondo i più recenti dati epidemiologici (I numeri del cancro in Italia, VIII edizione 2018), complessivamente in Italia ogni giorno circa mille persone ricevono una diagnosi di tumore maligno e le malattie neoplastiche rappresentano ancora la seconda causa di morte (29% di tutti i decessi) dopo le malattie cardiovascolari (37%). In particolare, i dati Istat indicano il carcinoma del polmone come prima causa di morte oncologica nella popolazione italiana generale, seguito dal carcinoma del colon-retto e dal carcinoma della mammella femminile. Il tumore dell’ovaio, al nono posto tra le forme tumorali, a fronte di un’incidenza relativamente bassa, rappresenta la principale causa di morte per tumore ginecologico. La farmacologia antineoplastica potrebbe però arricchirsi, in un prossimo futuro, di nuovi strumenti terapeutici selettivi efficaci. La collaborazione multidisciplinare tra Facoltà di medicina e chirurgia dell’Università Cattolica, Fondazione Policlinico universitario Agostino Gemelli Irccs e Istituto di chimica del riconoscimento molecolare del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Icrm), ha portato infatti all’identificazione di una molecola, brevettata, in grado di inibire selettivamente l’attività della proteina-chinasi NEK6, bloccando in tal modo la proliferazione delle cellule neoplastiche. La scoperta, pubblicata su Scientific Reports (rivista del gruppo Nature), è frutto del lavoro dei ricercatori Marta De Donato, Benedetta Righino, Flavia Filippetti, Alessandra Battaglia, Marco Petrillo e Davide Pirolli, coordinati dal Giovanni Scambia (professore ordinario di Clinica ostetrica e ginecologica presso l’Università Cattolica e direttore scientifico della Fondazione Policlinico universitario A. Gemelli Irccs), da Daniela Gallo (dirigente sanitario responsabile dell’Unità di medicina traslazionale per la salute della donna e del bambino del Policlinico universitario A. Gemelli Irccs) e da Maria Cristina De Rosa (responsabile del Cnr-Icrm, sede secondaria di Roma). “Il nostro gruppo di ricerca si è occupato negli ultimi anni del ruolo della proteina NEK6 nel tumore dell’ovaio, dimostrando come elevati livelli di espressione nel tessuto tumorale si correlino con una prognosi sfavorevole e una scarsa risposta al trattamento di prima linea”, spiega Gallo, Policlinico universitario A. Gemelli Irccs. “Risultati simili sono stati ottenuti anche da altri gruppi di ricerca in differenti tumori solidi. Sulla base di tali rilevanze cliniche e in considerazione del ruolo di NEK6 nella progressione del ciclo cellulare e nella crescita ancoraggio-indipendente, abbiamo ipotizzato che tale proteina potesse costituire un target interessante e promettente per nuove terapie antitumorali personalizzate”. “Grazie all’utilizzo dei più recenti metodi di chimica computazionale, che permettono di testare virtualmente milioni di composti al computer, abbiamo identificato una serie di molecole con putativa attività inibitoria per NEK6”, prosegue De Rosa, Cnr-Icrm. “I composti così individuati sono stati quindi testati in vitro con differenti tecniche per la conferma dell’attività farmacologica e successivamente valutati su un pannello di linee cellulari rappresentative di differenti tumori solidi (polmone, colon, mammella e ovaio), dimostrando un’interessante attività anche in associazione a farmaci antineoplastici di comune uso clinico, quale il cisplatino”, aggiunge De Donato, primo autore della pubblicazione scientifica. “Per l’Università Cattolica, il brevetto è stato conferito in gestione alla società Molipharma s.r.l, spin-off universitario della Facoltà di medicina e chirurgia dell’Ateneo, creato con l’obiettivo di valorizzare le competenze e le conoscenze presenti all’interno degli Istituti universitari. Il composto individuato rappresenta un capostipite per l’individuazione di molecole di potenziale sviluppo clinico per approcci terapeutici personalizzati in campo oncologico”, conclude Scambia, direttore scientifico della Fondazione Policlinico universitario A. Gemelli Irccs.

01-03-2019

Project 65

strengthening chemical and biological waste management in Central Asia countries for improved security and risk mitigation

31-10-2018

18-06-2018

Dott.ssa Barbara Nicolaus

Direttore f.f. Istituto di Chimica Biomolecolare - Consiglio Nazionale delle Ricerche

12-06-2018

Anna Tampieri, direttore Istec-Cnr, è la 'migliore innovatrice italiana'

Le Interviste di Federica Criscuoli - Anna Tampieri

13-02-2018

Nomina EURASC Filippo De Angelis (CNR-ISTM, Perugia)

Filippo De Angelis (CNR-ISTM, Perugia) è stato eletto nell’Aprile 2017 membro dell’Accademia Europea delle Scienze (EURASC)

06-11-2017


 1  2 

CookiesAccept ita

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
©2019 Francesco Verginelli - CNR - All Rights Reserved. - DSCTM - P.le Aldo Moro, 7 - 00185 - Roma

Search